PRUNOTTO

 

 

Nel 1904, nella sala consiliare del comune di Serralunga, alla presenza del notaio Giacomo Oddero e del giovane teste Alfredo Prunotto, si costituisce la Cantina Sociale “Ai Vini delle Langhe”. Non passano vent’anni e nel 1923 Alfredo Prunotto rileva la Cantina, battezzandola con il proprio nome: ben presto la rende famosa, iniziando a esportare i vini in tutto il mondo. Nel 1956 Alfredo decide di ritirarsi dagli affari e cede l’attività all’amico Enotecnico Beppe Colla, affiancato dal fratello Tino. Nel 1961 inizia l’individuazione di zone pregiate di produzione per la vinificazione separata dei cru, primo tra tutti il Barolo Bussia. Nel 1989 un nuovo cambio di paternità: la casa vinicola toscana Antinori rileva l’azienda, occupandosi inizialmente della distribuzione e poi, dal 1994, anche della produzione. E’ Albiera Antinori, la primogenita del marchese Piero Antinori, a plasmare la personalità della casa vinicola: le acquisizioni, iniziate con il vigneto di Bussia nella zona di Monforte per il Barolo, proseguono ad Agliano con il vigneto Costamiole per la Barbera d’Asti e a Calliano per l’analisi di nuovi vigneti quali Albarossa e Shiraz. Prunotto possiede oggi splendidi vigneti e una struttura produttiva dotata delle più moderne tecnologie che garantisce la massima qualità dei vini.

www.prunotto.it

 Video intervista "Asta del Barolo 2012"